Ritenute d’acconto dei dipendenti non versate: nei guai tre persone

Guardia di finanza, controlli in materia di lavoro e sui versamenti delle ritenute dei dipendenti

Guardia di finanza, controlli in materia di lavoro e sui versamenti delle ritenute dei dipendenti.

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari hanno concluso tre controlli fiscali nei confronti di altrettante attività economiche operanti sul territorio della provincia.

I target selezionati sono stati individuati a seguito di specifiche attività di intelligence che hanno coniugato le risultanze dell’attività di controllo economico del territorio e l’analisi delle numerose informazioni contenute nelle banche dati in uso al Corpo.

L’azione dei Finanzieri è stata orientata all’accertamento della presenza di eventuali lavoratori “in nero” o irregolari nonché alla verifica degli adempimenti previsti dalle normative fiscali relativi alla tenuta delle scritture contabili da parte dei datori di lavoro quali sostituti d’imposta e sulle ritenute operate dalle aziende sui redditi da lavoro corrisposti ai dipendenti.

Le attività ispettive sono state condotte nei confronti di un professionista del settore sanitario operante nel capoluogo e nei confronti di due attività del settore alimentare con sede una a Fluminimaggiore e l’altra a San Giovanni Suergiu.

Gli esiti dei controlli hanno permesso di rilevare, in tutte le circostanze, l’omesso versamento delle ritenute d’acconto ai fini IRPEF operate sulle buste paga a fronte di stipendi e T.F.R. corrisposti al personale dipendente: nel caso verificato a Cagliari, per le annualità 2017 e 2018, l’importo omesso si attesta sui 360 €, la circostanza acclarata a Fluminimaggiore, per il solo 2018, evidenzia un mancato versamento di 331 €, mentre per l’attività di San Giovanni Suergiu, per gli anni 2015, 2016 e 2017, l’irregolarità è stata commessa per un importo complessivo pari a 5.175 €. 


In questo articolo: