Rifiuti in spiaggia e nelle strade di Cagliari: 127 multe nel 2015

La maggior parte degli incivili che abbandonano i rifiuti per strada sono i non residenti: 64 le sanzioni inflitte dalla Polizia municipale da gennaio ad oggi

Troppi rifiuti abbandonati nella spiaggia e nelle strade di Cagliari. Un fenomeno quotidiano testimoniato dalle tante segnalazioni fatte dai cittadini e commercianti: cassonetti stracolmi e marciapiedi spesso impraticabili a causa di rifiuti ingombranti. E confermato dai dati forniti dalla Polizia municipale che parlano di 127 multe inflitte da gennaio ad oggi. Un bilancio non certo positivo, visto il numero elevato di multe, ma il dato curioso è che nella maggior parte dei casi si tratta di non residenti di passaggio che abbandonano la spazzatura nelle strade del capoluogo sardo: sessantaquattro le sanzioni fatte nel 2015.

I NUMERI. Ad essere sanzionati sono soprattutto i privati, 79, meno i locali, 22 in tutto. La violazione principale riguarda la mancata differenziazione dei rifiuti, con 23 multe che vanno da 166 a 167 euro. Dodici le sanzioni per il conferimento fuori orario, e quattro per conferimento su area pubblica, per un importo che va da 100 a 167 euro ciascuna. Multe inflitte dagli agenti della Polizia municipale, nella maggior parte dei casi durante i controlli in borghese. E il fenomeno si concentra nel centro storico, soprattutto nel quartiere Marina. “Mentre l’abbandono dei rifiuti da parte dei non residenti – fanno sapere dal comando della municipale – si verifica nelle strade periferiche di accesso a Cagliari: Pirri, la statale 131 e il lungomare”. E poi ci sono le infrazioni registrate nella spiaggia del Poetto, dove turisti e cagliaritani abbandonano i mozziconi delle sigarette: 24 le sanzioni, da 200 euro ciascuna, scattate durante la stagione estiva. 


In questo articolo: