Regionali, Puddu: “Io candidato? Non lo escludo. Alleanza con Lega e Psd’Az? Difficile”

«Un ministro della Lega è venuto ad Assemini a fare campagna elettorale contro la candidata sindaca del Movimento 5 stelle. Non vedo di buon occhio l’alleanza tra Lega e Psd’Az. Io, per esempio, non avrei mai consegnato la bandiera della Sardegna a Salvini”

E ora le regionali. Prima ha coordinato la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle in Sardegna per le politiche, andata ben oltre le attese. E pochi mesi dopo il successo di Sabrina Licheri al comune di Assemini ha suonato come un segnale di apprezzamento per il mandato appena concluso. E ora per Mario Puddu, ex sindaco di Assemini, la strada quasi obbligata è quella della candidatura per le prossime regionali. Alle quali i pentastellati sardi parteciperanno per la prima volta.

Intervistato oggi da La Nuova Sardegna, Puddu ha dichiarato: «non escludo di candidarmi anche io, ma è ancora presto. Ci stiamo muovendo perle Regionali, ci sono tavoli tecnici e tematici. Come sempre partiamo dal programma. I nostri attivisti si muovono da tempo. Credo che i sardi non siano contenti della giunta Pigliaru e delle scelte del centrosinistra…noi ci saremo con i nostri candidati e il nostro programma, alternativo a centrosinistra e centrodestra».

L’ex sindaco ha detto no ad un’alleanza del Movimento 5 Stelle con Lega e Psd’Az.

«Con tutta la prudenza del caso credo sia difficile. Basta pensare che un Ministro della Lega (Gian Marco Centinaio ndr) è venuto ad Assemini a fare campagna elettorale contro la candidata sindaca del Movimento 5 stelle. Io, per esempio, non avrei mai consegnato la bandiera della Sardegna a Salvini come hanno fatto quelli del Psd’Az. E personalmente non vedo di buon occhio l’alleanza tra Lega e Psd’Az».


In questo articolo: