Regionali, la nuova assemblea di vi Roma: 8 seggi a Lega, Psd’Az e Pd. Sei al M5S

Le prime ipotesi per la nuova geografia dell’aula di via Roma. Esordio assoluto per i leghisti e i pentastellati

Lo scrutinio è in via di definizione e i calcoli molto complessi in virtù di una legge elettorale indecifrabile ai più. Tuttavia c’è già chi azzarda la definizione della geografia del nuovo consiglio regionale.

Ed ecco le ipotesi. La maggioranza potrà contare su 36 consiglieri: un seggio al presidente Christian Solinas, poi 8 a testa alla Lega e al Psd’Az, 4 a testa a Fi e FdI, 3 all’Udc e ai Riformatori, 2 a Sardegna 2020, 2 a Forza Paris e un altro seggio da calcolare coi resti.

L’opposizione potrà contare su 6 consiglieri del Movimento 5 Stelle che per la prima volta si affaccia nell’assemblea più importante di via Roma.

Al centrosinistra 16 seggi: l’ipotesi è quella di 8 seggi al Pd, 2 a Sardegna in Comune, 2 Futuro Comune, 2 Liberi e Uguali, e 2 Campo Progressista.


In questo articolo: