Regionali, Azione di Calenda sceglie Soru: “E’ l’unico con un progetto autonomista che ha al centro la Sardegna”

Il segretario Giuseppe Luigi Cucca: “Il centrodestra ha fallito il progetto moderato e attende diktat romani, noi sosteniamo Soru per presentarci in Italia e in Europa a testa alta”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Quello che si mormorava da settimane, è diventato ufficiale oggi, nell’intensissimo sabato politico pre Capodanno: Azione, il partito di Carlo Calenda, alle prossime elezioni regionali sosterrà la corsa alla presidenza della Regione di Renato Soru. Il consiglio direttivo regionale di Azione si è riunito per eleggere la nuova segreteria e per l’esame della situazione politica regionale. Il segretario regionale Giuseppe Luigi Cucca, nella sua relazione, ha ricostruito il percorso fatto fino ad oggi per contribuire alla costruzione di un soggetto, “il grande centro”, che facesse da catalizzatore per quanti fino ad oggi sono rimasti delusi, tanto da rifiutarsi di andare a votare, da una politica portata avanti da partiti di destra e sinistra legati a filo doppio a interessi romani che hanno trattato la Sardegna come una “lontana colonia dell’impero” e niente hanno a che spartire con gli interessi dei sardi. “Purtroppo – ha sottolineato Cucca – il copione già vissuto col centrosinistra si ripete col centrodestra e, dopo tanto attendere e lottare, ci si è dovuti arrendere al fatto che ancora oggi si è costretti ad indugiare ulteriormente nell’individuare un candidato scelto in Sardegna in rappresentanza dei sardi, a favore di un candidato scelto dai tavoli romani e che a quei tavoli, e non ai sardi, dovrà rispondere”.

Secondo Cucca “si è persa un’occasione storica per costruire un progetto che diventasse punto di riferimento per i sardi moderati con una vera vocazione autonomista, distante da partiti prostrati ai voleri romani e dalle forze estremiste e populiste. Per questi motivi Azione ritiene di dover intraprendere un percorso nuovo, assicurando il pieno appoggio a Renato Soru, unico candidato governatore in grado di promuovere un progetto autonomista, realizzabile, concreto e innovativo, a differenza di chi continua a proporre favole irrealizzabili o si nasconde dietro fiumi di parole, per portare la Sardegna a testa alta in Italia e in Europa”.

Il consiglio direttivo ha approvato la relazione all’unanimità e ha eletto la nuova segreteria regionale : Valerio Zoccheddu (organizzazione), Francesco Chessa (comunicazione), Antonio Avino (tavoli tematici), Valentina Atzori (under 30), Maurizio Cerniglia (enti locali), Sebastiano Tola e Gabriela Dionis (supporto segreteria), Pierangelo Zurru (Tesoriere).


In questo articolo: