Rapine a Cagliari e Quartu a giovani studenti: identificato un componente della banda

Si tratta di un giovane di 17 anni, identificato grazie a immagini di videosorveglianza e testimonianze delle vittime. Si trova ora nel carcere minorile di Quartucciu

La notte tra il 10 e l’11 luglio, un minorenne, avrebbe aggredito e rapinato dei giovani studenti, con la complicità di altre persone. Identificato uno dei componenti della banda, protagonista di cinque diverse rapine, di cui una tentata, e lesioni personali. Gravemente indiziato un 17enne, ma ci sono altri ragazzi ancora da indentificare.

Le indagini, serrate, sono state  portate avanti dai carabinieri della stazione di Stampace sotto il coordinamento della Procura. Gli accertamenti eseguiti dai militari con l’acquisizione delle immagini del sistema di videosorveglianza di uno dei luoghi delle aggressioni e le dichiarazioni delle persone informate sui fatti, hanno consentito di riscontrare puntualmente le versioni fornite dalle vittime.

Il GIP, condividendo la gravità indiziaria e le esigenze cautelari prospettate dalla Procura, ha disposto nei confronti del giovane la misura cautelare della custodia presso l’Istituto di Pena Minorile di Quartucciu.

“Il provvedimento – spiegano i militari – ha consentito di dare un’immediata risposta a tutela delle vittime ma, soprattutto, di attivare adeguati interventi assistenziali e pedagogici in favore del minore ritenuto autore dei reati, a cui deve essere data la possibilità di redimersi in relazione alla giovane età”.

Si tratta di una prima importante risposta dell’Arma di Cagliari ai recenti episodi di aggressione e di rapina che hanno visto quali protagoniste piccole, estemporanee ma potenzialmente pericolose bande anche di minorenni che hanno preso di mira loro coetanei, sottoponendoli ad aggressioni e reati predatori.