Ranieri piange di gioia al gol di Luvumbo, è la leggenda del Cagliari

Sir Claudio conquista un’altra vittoria e conferma, ulteriormente, il legame con i colori rossoblù e un’intera Isola. Parma sconfitto, caroselli di tifosi del Cagliari in tutta la città: la corsa verso la A va avanti

Gli occhi di Claudio Ranieri dicono tutto sul suo incredibile feeling che rende magica la sua appartenenza al Cagliari. Al terzo gol siglato da un incredibile Luvumbo si commuove, il Cagliari vince una partita persa, sotto di due reti alla fine del primo tempo ed è a un passo dalla finale playoff che significherebbero la serie A. Dopo una rimonta incredibile, iniziata col suo ritorno a Cagliari: Ranieri ricopre un ruolo leggendario nella storia rossoblù. Dalle due promozioni di 33 anni fa dalla C alla A, seguite da una salvezza clamorosa ottenuta dopo che i rossoblù avevano solo 9 punti nel girone di andata, a questo ritorno che ha letteralmente cambiato il rapporto tra i tifosi e la squadra. Tifosi che si sono riavvicinati e ora amano il Cagliari in una Unipol Domus che è una bolgia. Oggi è stata centrata una delle imprese più grandi di Claudio Ranieri nella storia del Cagliari: non ha guardato in faccia a nessuno, togliendo Rog e Pavoletti dopo un primo tempo incolore e ha puntato tutto su un giovane, Zito Luvumbo, che ha cambiato il match con due reti straordinarie e procurando il rigore realizzato da Lapadula, che sale a 25 reti in una sola stagione.

 

 

Significa la sesta vittoria di fila del Cagliari, un risultato che non era mai stato centrato in tutta la storia. Basta questo per dire che tra Ranieri e Cagliari c’è un amore forse eterno e incondizionato. E in una notte di fine maggio in tutta Cagliari, e anche a Pirri, in tanti stanno dando vita a caroselli con bandiere, per festeggiare il 3-2 sul Parma.