Quattro siti un solo percorso: un viaggio di 6mila anni tra Carbonia, Fluminimaggiore, Siliqua e Villaperuccio

Dal Neolitico al Medioevo, alla scoperta di quattro siti archeologici in un solo percorso. I siti di Carbonia, Fluminimaggiore, Siliqua e Villaperuccio danno vita ad una convenzione per agevolare le visite alle proprie bellezze storiche. La promozione “4 siti 1 solo percorso” è valida fino al 31 dicembre 2020: presentando il biglietto di uno dei quattro siti, il visitatore ha diritto alla riduzione negli altri tre

Dal Neolitico al Medioevo, per un viaggio lungo 6000 anni. I siti di Carbonia, Fluminimaggiore, Siliqua e Villaperuccio aprono il 2020 con una bella novità per i visitatori. Le Società di gestione hanno stipulato tra loro una convenzione turistica per collegare i rispettivi siti archeologici di epoche storiche differenti.
Il Parco Archeologico di Monte Sirai a Carbonia, Il Parco Archeologico di Montessu a Villaperuccio, il tempio di Antas a Fluminimaggiore e il Castello di Acquafredda a Siliqua entrano in rete ed offrono un’eccezionale opportunità di riscoprire il territorio con un unico percorso. Acquistando il biglietto in uno di questi siti, si ha diritto ad una riduzione per la visita degli altri tre spazi.

La promozione “4 siti 1 solo percorso” è valida fino al 31 dicembre 2020. Presentando il biglietto di uno dei quattro siti, il visitatore ha diritto alla riduzione negli altri tre.

L’ampio Parco Archeologico di Monte Sirai, a Carbonia, domina lo straordinario paesaggio del Sulcis dal suo altopiano. È un’istantanea unica del periodo fenicio e punico, con l’abitato alto, le necropoli, i templi, il tofet.
Situato in un contesto naturalistico unico, il Parco archeologico di Montessu, a Villaperuccio, comprende una necropoli a domus de janas (grotticelle artificiali) formata da 35 tombe scavate in un anfiteatro naturale, un’allée couverte (corridoio megalitico funerario) e i resti di due nuraghi. La necropoli costituisce uno dei più grandi e importanti complessi sepolcrali di Età preistorica della Sardegna e del bacino del Mediterraneo occidentale.

Le maestose colonne del Tempio romano di Antas, a Fluminimaggiore, rendono unica ed affascinante la splendida valle omonima, individuata come luogo di abitazione e di culto fin dal lontano periodo nuragico. Il Tempio era dedicato al Dio Sardus Pater Babai e datato al III secolo a.C., per quanto riguarda la fase di restauro sotto il dominio dell’Imperatore Caracalla.
Il percorso si chiude cronologicamente con Castello di Acquafredda a Siliqua, importante testimonianza di struttura fortificata di epoca medioevale. Costruito probabilmente nella prima metà del Duecento con funzione difensiva, il castello si erge solitario in posizione scenografica e dominante sulla valle del Cixerri

La convenzione è stata stipulata tra le Cooperative gestori dei siti archeologici: Sistema Museo per Carbonia e Villaperuccio, Antarias per Siliqua e StartUno per Fluminimaggiore.