Quartu, si allontana con intenti suicidi: trovato a Cala Regina da Guardia Costiera e Polizia

Il pronto intervento della guardia costiera e della polizia ha scongiurato il peggio

Nelle prime ore del pomeriggio, la Guardia Costiera di Cagliari, al Comando del Direttore Marittimo Capitano di Vascello Mario Valente, ha effettuato un’operazione di ricerca in mare di un ventottenne scomparso da qualche giorno dal Nuorese.

L’operazione è iniziata verso le 15, quando la Questura di Cagliari ha contattato la sala operativa della Guardia Costiera cagliaritana per segnalare che l’utenza telefonica di un ragazzo scomparso da qualche giorno dalla provincia di Nuoro, con intenti suicidi, era stata agganciata da un ripetitore in località Cala Regina, nel Comune di Quartu.

Al fine di scongiurare il peggio, è stata immediatamente inviata sul punto la M/V CP 320, unità specializzata in attività di ricerca e soccorso, per pattugliare il tratto di costa interessato e verificare la segnalazione ricevuta, interessando anche i bagnini degli stabilimenti balneari limitrofi.

Dopo circa un’ora di pattugliamento e ricerca, il personale della motovedetta S.A.R. ha avvistato in spiaggia una persona con caratteristiche somatiche compatibili con la descrizione fatta dalla Questura.

Senza mai perderlo di vista anche per intervenire prontamente per il caso di un gesto estremo e in contatto costante con la sala operativa, è stata informata la Questura che ha inviato immediatamente sul posto una pattuglia e verificato che si trattava proprio della persona scomparsa. Che sarà ora riconsegnata agli affetti familiari.

 

 


In questo articolo: