Quartu, sì alla nuova caserma dei carabinieri a Flumini: “Via ai lavori prima dell’estate”

Sicurezza garantita sul litorale, il Comune riesce a stanziare 250mila euro per il mega restyling dell’unico presidio costiero delle Forze dell’ordine: confermata anche la zona notte, indispensabile per avere carabinieri operativi anche quando fa buio

Un iter lungo, durato quasi un anno, ma arrivato finalmente alla fine. E proprio al fotofinish, a un respiro dall’inizio della stagione estiva è stato approvato il progetto esecutivo per la nuova caserma dei carabinieri a Flumini di Quartu. Unico presidio di sicurezza lungo tutta la costa quartese, l’edificio sta quasi cadendo a pezzi, tra cavi elettrici non a norma e muri sgretolati. Adesso, con 250mila euro, sarà possibile effettuare il mega restyling, e dagli stessi uffici comunali delle Opere Pubbliche avvisano: “C’è la necessità, con urgenza, di consentire l’avvio dei lavori prima della pausa estiva”. Gli operai, molto presto, compariranno in via Mar Ligure, accanto ai carabinieri già di stanza per controllare tutto il territorio dal Margine Rosso sino a Capitana. Ci saranno pannelli fotovoltaici sul tetto e una zona notte al primo piano, realizzata per i militari, per consentire l’operatività non stop, 24 ore su 24. Sulla presenza tutto l’anno dei militari, sarà come da prassi il comando provinciale a decidere quanti agenti impiegare.
Saranno demoliti i controsoffitti al primo piano, garantito anche il rifacimento di tutti gli impianti, elettrici e di aerazione, con l’abbattimento di tutte le barriere architettoniche e la tinteggiatura delle aree interne ed esterne. Al piano terra ci saranno spazi più agili e moderni per i carabinieri e i cittadini che, in caso di necessità, dovranno entrare nella caserma. Sì, scontato, anche al restyling dei bagni e la sostituzione degli infissi. Una parte, visto che si tratta di una caserma, saranno blindati. Una parte dei lavori potrà essere fatta, spiegano gli ingegneri, con le economie a ribasso d’asta.


In questo articolo: