Quartu, ruspe sul vecchio mercato: “La città avrà la sua prima grande piazza aperta a tutti”

Luci soffuse la notte, giochi d’acqua, jacarande e corbezzoli tra i giochi per bimbi e con uno stravolgimento del traffico tutt’attorno alla piazza Dessì. Eccolo, il progetto da 9 milioni con, anche, 190 parcheggi sotterranei. Il mercato del futuro in viale Colombo, nella piazza ci potranno stare, contemporaneamente, 5mila persone. Milia: “Così ci sarà una rivalorizzazione di alto livello anche per via Porcu”. Siete d’accordo?

Il mercato del futuro in viale Colombo, tra box e bar e tavolini per pranzi, aperitivi e cene, e una mega piazza pedonale davanti al Comune, al posto dell’attuale e fatiscente mercato. Eccola, la seconda parte della proposta contenuta nella delibera approvata dalla Giunta Milia. Sempre project financing, sempre un privato che mette i soldi, 8,9 milioni, per abbattere il casermone grigio che ospita pochi box e realizzare il nuovo spazio all’aperto, che poi passerà all’incasso con la gestione dei parcheggi. Saranno 7800 i metri quadri complessivi della piazza che sorgerà tra via Porcu, via Umberto I, via Martini e via Garibaldi: Si chiamerà piazza Dessì, e l’idea è quella di farla sfiorare dal minore numero possibile di automobili. Seimila metri quadri saranno quelli della piazza, che potrà ospitare anche cinquemila persone contemporaneamente. Seicento, invece, saranno i metri quadri all’aperto per i parcheggi, a raso, e 5100 per gli stalli sotterranei. A poca distanza c’è, già, una scuola, e proprio per creare “uno spazio fluido su cui si affacceranno le diverse funzioni della vita cittadina: pubblica amministrazione, commercio, scuola”, l’intendo è quello di mantenere ed evidenziare il percorso della via storica romana che, attraversando la piazza, collegherà la via Porcu con la Vittorio Emanuele. E, vista la presenza della scuola, sarà eliminato il passaggio delle auto davanti all’istituto, realizzando un’area pedonale protetta che potrà essere utilizzata anche come area gioco, non solo per i bambini della scuola.
Il progetto della nuova piazza prevede la rivoluzione dell’attuale viabilità. Le auto saranno deviate prima che possano arrivare accanto al palazzo del Comune, in modo da eliminare il passaggio dei mezzi di fronte al palazzo del potere quartese e, così, creare una comunicazione diretta con la piazza antistante. Si a dissuasori mobili, accanto alla piazza Dessì potranno passare solo i mezzi autorizzati e in caso di emergenza, oltre ai mezzi di soccorso. Anche la via Martini sarà resa accessibile attraverso i dissuasori mobili ai soli residenti e ai mezzi di soccorso. E l’ingresso della scuola sarà unito alla piazza. Il progetto della piazza prevede per la pavimentazione l’utilizzo di differenti materiali come cementi colorati in pasta, resine e ciottoli, in grado di creare un forte impatto visivo. Anche l’acqua le piante saranno utilizzate come materiali che, al pari delle pavimentazioni, creeranno giochi cromatici. Previste luci a Led e anche ai lati dei percorsi, con illuminazione soffusa nelle aiuole. E, naturalmente, ci sarà anche un sistema di videosorveglianza, sia nella piazza sia nel parcheggio sotterraneo. Il Comune, come nel caso del nuovo mercato in viale Colombo, ha 90 giorni di tempo per dire sì o no: “La decisione va presa entro il ventisette settembre”, ricorda il sindaco Graziano Milia, “con questo progetto avremo la prima grande piazza aperta a tutti, per socializzare e non solo, un qualcosa che a Quartu manca. Ci metterà in connessione la zona di Santa Maria e ci consentirà di creare una rivalorizzazione, ad alto livello, di via Porcu. Su entrambi i progetti”, cioè piazza nuova e mercato del futuro, “chiedo che si tenga, quanto prima, un Consiglio comunale straordinario, nel quale chiederemo ai proponenti di illustrare le proposte e, poi, aprire a discussioni, approfondimenti e suggerimenti. Niente di strano che, magari, dovremmo proporre qualche modificata”. Ma, a livello generale, la strada è ormai tracciata: nuova mega piazza perdonale al posto del mercato davanti al Comune, tutti i box nella nuova struttura in stile barcellonese in viale Colombo. Tempi di realizzazione? Due anni: si partirà dal viale Colombo, poi le ruspe accenderanno i motori per raggiungere, e abbattere, il vecchio mercato.


In questo articolo: