Quartu, Quartucciu e Maracalagonis: centinaia di bambini in marcia per la pace

Giornata speciale per tantissimi giovani studenti, che hanno esposto striscioni e cartelli contro la guerra in Ucraina e per la pace in tutto il mondo

Centinaia di bambini hanno partecipato ad una giornata speciale a Quartu, Quartucciu e Maracalagonis. Tutti in marcia per la pace, tra cartelloni e striscioni. L’eco della guerra in Ucraina è arrivato anche alle orecchie e agli occhi dei più piccoli, che hanno sfilato per le vie e i parchi delle tre città. Da Quartucciu arriva il racconto dell’assessora comunale alla Cultura, Elisabetta Contini: “Oggi i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze dell’istituto comprensivo ‘Ermanno Cortis’ hanno portano per le strade le parole della Pace e  ci hanno invitato ad impegnarci perché vengano tutelati i diritti dell’umanità. Hanno gridato a gran voce il desiderio di pace e ci hanno invitato a riflettere sul nostro e loro futuro. Come Assessora alla cultura e ancor più come educatrice che opera nella realtà di Quartucciu, sono stata orgogliosa di aver marciato con loro, per chi come noi oggi ha la pace ma non sa quale sia il suo valore, per chi oggi ha la pace ma rischia di perderla e soprattutto per chi non ha ancora capito che la pace dipende dalle cose che facciamo tutti i giorni, in ogni momento della giornata. Grazie al dirigente scolastico Fabio Cocco per aver coinvolto l’amministrazione comunale in questa bellissima manifestazione. Un grazie particolare a Simo Fois per averci supportato con la sua strumentazione  musicale  per tutta la manifestazione”.
Presente alla manifestazione di Quartu anche il sindaco Graziano Milia: “La pace costruisce ponti sopra le macerie. Grazie agli alunni delle scuole primarie e secondarie di Quartu che oggi, a centinaia, hanno sfilato per le vie della città per ricordarcelo”. Da Maracalagonis arrivano le parole della sindaca Francesca Fadda: “Una bella giornata di solidarietà per la pace oggi a Maracalagonis con le scolaresche e l’amministrazione comunale presieduta dalla delegata alla pubblica istruzione Maria Paola Corona. Grazie alla polizia Locale di Maracalagonis e al MA.SI.SE per la preziosa collaborazione”.


In questo articolo: