Quartu, polemiche sui contributi per la campagna antincendio

La denuncia della Prociv Arci di Quartu: “Il Comune ci aveva promesso un contributo straordinario per l’emergenza idrogeologica, ma ancora non abbiamo ricevuto niente. Ora abbiamo scoperto che verrà decurtato dai fondi a disposizione per la campagna antincendio”

Un contributo straordinario per l’emergenza idrogeologica che nello scorso marzo ha colpito la via Monteacuto, a Quartu. È quanto rivendicano le associazioni di Protezione civile che nel frattempo hanno anticipato tutti i costi per il carburante, guasto alle attrezzature e vitto dei volontari. “Il Comune ci aveva garantito un contributo straordinario – denuncia la Prociv Arci di Quartu – che però ancora non abbiamo ricevuto”.

Alcuni giorni fa una riunione con il Comune,  durante la quale le associazioni di Quartu hanno scoperto  che il contributo straordinario viene decurtato dai fondi a disposizione per la campagna antincendio. “Siamo passati da 36 mila a 24 mila euro da dividere in tre associazioni – spiega la Prociv – Da utilizzare anche per l’idrogeologico, che invece l’anno scorso prevedeva una quota di 6.600 euro più il contributo straordinario. Inoltre i volontari vengono abbandonati a sé stessi visto che Quartu non ha ancora predisposto le strutture che per legge devono garantire la gestione delle emergenze”.