Quartu, nudisti al sicuro nella nuova spiaggia: “Piccola e riservata per evitare fotografi e curiosi”

Sarà attrezzato con tutti i comfort, il futuro tratto di mare dedicato agli amanti del sole e dell’acqua senza costume. Il tratto “dedicato” sarà scelto con una manifestazione di interesse, il sindaco Delunas: “Massima riservatezza, la caletta non sarà visibile dalla strada, né da fotografi né da voyeur. Dobbiamo studiare il sistema di accoglienza più opportuno”

Il punto esatto dev’essere ancora trovato, per il momento si sa solo che sarà tra Terra Mala e Geremeas. Presto, tutti gli amanti del nudismo e del naturismo avranno uno spazio del litorale quartese tutto per loro. Una caletta dove sarà possibile prendere il sole, fare il bagno o, più semplicemente, prendere il sole senza niente addosso. Il Comune di Quartu è all’opera per rendere “definitivo” l’iter che dovrà portare all’individuazione del tratto vista mare: la Giunta guidata dal sindaco Stefano Delunas ha già fatto la delibera, manca il voto del Consiglio e la “validazione” finale da parte della Regione. “La riservatezza sarà massima, l’area non sarà identificabile dalla strada per evitare i fotografi e specificatamente i voyeurs. Faremo una manifestazione di interesse”, afferma Delunas, per trovare “capacità professionale per il sistema di accoglienza opportuno”. La futura spiaggia per nudisti sarà piccola o grande? “Questo non sarà un problema, proprio la manifestazione di interesse ci farà capire chi rientra meglio tra i criteri di scelta. Piccola e riservata è preferibile”, anziché “grande ma esposta ai curiosi. I parametri di gestione da parte degli eventuali concessionari saranno più o meno identici alle altre zone naturiste già presenti nel bacino mediterraneo. Ricordo”, puntualizza Delunas, “che le aree naturiste sono previste dalla legge regionale sul turismo che non è fatta dal sottoscritto bensì dall’assessore Barbara Argiolas e dalla giunta Pigliaru”.


In questo articolo: