Quartu, la rabbia di Giorgia Dessì: “Un ladro ha svaligiato di notte il mio bar”

È arrabbiata Giorgia Dessì, titolare del “Giorgia Cafè” di via Marconi: “Rubati 350 euro, un pacchetto di sigarette ‘ricordo’ di mio nonno e un telefono. Poi, non contento, si è pure messo a bere birre e succhi di frutta. Ho consegnato i filmati alla polizia dove si vede chiaramente la sua faccia, spero di riavere tutto”

Ha aperto la porta del suo bar e ha notato sin da subito che c’era qualcosa che non andava: gran parte del locale, infatti, era a soqquadro. Non ha avuto bisogno di molto tempo, Giorgia Dessì, trentunenne titolare del “Giorgia Cafè” di via Marconi a Quartu Sant’Elena, per comprendere di aver subito la visita di un ladro che ha fatto man bassa di soldi, oggetti e bevande. Il fatto è avvenuto durante le prime ore del sei agosto scorso: “Il ladro è entrato da una finestra sopra il bagno e ha rovistato tra i documenti contabili e amministrativi. Tra fondo cassa e mance ha rubato circa 350 euro, più un cellulare Samsung J6 Plus sprovvisto di scheda”, e ha pure “bevuto due birre Corona, una Coca Cola e un succo di frutta”. Il bar è dotato di videocamere, dunque il volto del malvivente è stato “catturato” dagli occhi elettronici: “Aveva un cappellino con visiera”, così si legge nella denuncia fatta dalla commerciante alla polizia di Quartu Sant’Elena. “Non sono assicurata contro i furti”, precisa la giovane. A distanza di oltre una settimana, purtroppo, non c’è ancora nessuno sviluppo ufficiale sulla vicenda.

 

“Spero di poter rientrare in possesso di tutto ciò che mi è stato rubato, c’è anche un pacchetto di sigarette, mai aperto, che mi aveva regalato mio nonno, ha un altissimo valore affettivo”.