Quartu, la guerra dei lavoratori del verde pubblico: “Torniamo ad accamparci sotto il Comune”

Da oltre 2 mesi senza stipendio, il dramma infinito dei giardinieri quartesi: “Delunas, ci hai preso in giro e stai calpestando la dignità delle nostre famiglie. Vogliamo ritornare a lavorare, ce lo riempi tu il piatto?”

Ritornano le tende sotto il Comune di Quartu Sant’Elena, la nuova “casa” dei lavoratori del verde pubblico quartese è davanti al palazzo di via Eligio Porcu. “È una situazione assurda, tutte le promesse sono rimaste tali e, ad oggi, non c’è nessuna certezza. L’azienda scelta per l’affidamento diretto ha rinunciato, stanno per aprire le buste della gara dei 65 giorni, ma rimane il fatto che trenta persone non stanno lavorando dal primo settembre scorso e non hanno nessun ammortizzatore sociale. Parliamo di ben trentaquattro famiglie quartesi”, spiega Valentina Marci, della Flai Cgil. La richiesta per il presidio permanente è già stata fatta e accettata, e le tende stanno per essere nuovamente rizzate davanti al Comune.

“Delunas ci ha preso in giro un’altra volta, non possiamo più pagare affitti, mutui, nemmeno garantire un piccolo svago ai nostri figli perché la priorità unica è riuscire a mangiare. È logico vivere così nel 2018”, chiedono, arrabbiati, i lavoratori.