Quartu, immondezzaio vista Poetto dopo le bevute: “Uno scempio fatto da giovani vandali”

Bottiglie, bicchieri e buste disseminati sino al Margine Rosso, lo sdegno dei bagnanti: “C’erano ancora ragazzi vestiti da serata, tutti sui muretti: gli operai della De Vizia chiamati a una missione ‘impossibile'”

Uno scenario desolante questa mattina a Quartu Sant’Elena lungo la strada che conduce al Margine Rosso. Un tappeto di immondizia, segni di inciviltà lasciati ovunque dai reduci “del sabato sera”. A denunciare l’accaduto tanti frequentatori del luogo che hanno osservato increduli a questo ennesimo scempio ai danni dell’ambiente e dei beni comuni. “Ho scattato queste foto perché ero incredula” racconta una cittadina. Verso le 7 del mattino il luogo era disseminato di bottiglie, bicchieri, buste, immondezza varia. “C’erano ancora ragazzi e ragazze reduci da un frequentatissimo after, considerato che erano ancora in giro almeno una cinquantina tra spiaggia e muretti, vestiti da serata. Nel frattempo due ragazzi, poco più giovani dei festaioli, operatori della De Vizia, iniziavano l’impresa impossibile di pulire prima che arrivasse la gente in spiaggia. Ci si può divertire allo stesso modo senza vandalizzare ogni cosa”.
Uno scenario desolante insomma, che ha accolto soprattutto chi, di buon mattino, ha il piacere di fare una passeggiata o correre vicino al bellissimo mare.

In questo articolo: