Quartu, il rilancio di via Porcu pedonale: “Festa della birra e della patata per ravvivare l’estate”

Cinquanta hobbisti nell’ultimo venerdì pedonale, l’associazione dei commercianti ha già chiesto la proroga: “Strada chiusa dalle 18 alle 23 a luglio e agosto, speriamo di conquistare sempre più persone e turisti e di convincere anche i colleghi contrari”. GUARDATE le FOTO

La grande scommessa di via Porcu pedonale il venerdì sera passa per l’estate 2022. Nell’ultima data di giugno, che ha visto la presenza di 50 hobbisti e il patto con l’associazione turistica di Roby Matta, che dona la Quartu guest card a chiunque spenda più di dieci euro in uno dei negozi della  strada, si fanno anche i conti con la delibera comunale in scadenza. I negozianti che hanno sposato il progetto della strada chiusa alle automobili hanno già preparato la lista di eventi con la quale vogliono convincere il Comune a concedere la proroga. E, stando a quanto trapela, il nuovo ok potrebbe essere poco più che una formalità. Con orari nuovi, come spiega il presidente del centro commerciale naturale Sergio Piludu: “Chiusura ogni venerdì dalle diciotto alle 23, in estate sono orari decisamente migliori. Vogliamo fare la festa della birra, poi quella della patata, un’eccellenza quartese, e anche un tributo alla Sciampitta, a luglio”, annuncia Piludu. E ad agosto? Non c’è ancora un evento definito nella settimana clou di Ferragosto, ma nel mese più caldo dell’anno l’intenzione è portare nuovamente gli hobbisti, “poi un raduno di Harley Davidson e, anche, delle autotuning”.
Piludu ci crede, sa di avere dalla sua il favore dell’amministrazione comunale, in testa l’assessora alle Attività produttive, Rossana Perra. Ma bisogna convincere quei dodici colleghi che non vogliono rinunciare al passaggio delle auto e che hanno denunciato, con la strada sbarrata alle marmitte cinque ore alla settimana, cali di affari: “Abbiamo già inoltrato la richiesta di proroga al Comune, nei prossimi giorni avremo la risposta. Prima, sarà mio compito organizzare un incontro con i colleghi contrari, che non fanno parte del consorzio, per trovare un’intesa. Spero che i venerdì pedonali di via Porcu conquistino sempre più persone e anche i turisti”.


In questo articolo: