Quartu, il baby asso del tennis Christian Pilia premiato da Milia: “È già sulla strada giusta”

Domenica ha conquistato il titolo di campione regionale under 14 di tennis, lunedì ha concluso il percorso scolastico della secondaria di primo grado. “Chi ha tempo non aspetti tempo”, dice un antico proverbio, Christian Pilia l’ha preso alla lettera e si è preso tutto, subito. E il sindaco l’ha voluto omaggiare con una spilletta sarda


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Domenica ha conquistato il titolo di campione regionale under 14 di tennis, lunedì ha concluso il percorso scolastico della secondaria di primo grado o, come si diceva un tempo, ha preso la licenza media. “Chi ha tempo non aspetti tempo” dice un antico proverbio, Christian Pilia l’ha preso alla lettera e si è preso tutto, subito. E il Sindaco l’ha voluto omaggiare incontrandolo nella sua sede istituzionale. Quartese doc, Christian ha mosso i primi passi con la racchetta nel Tennis Club Cagliari, quando aveva appena 5 anni. Poi alcune stagioni nel Quattro Mori Tennis Team e l’ultimo anno di nuovo nel tennis club del capoluogo. In mezzo anche alcuni anni nel Cagliari Calcio, ruolo portiere, salvo poi dover scegliere in quale sport andare avanti, anche per non togliere troppo tempo allo studio. Nel fine settimana è andato in campo a difendere i colori del suo circolo nel XXXII Memorial Emma Angelini, il torneo under più prestigioso in Sardegna, tenutosi presso la sede storica del Tennis Club Le Saline. I giovani ‘fenomeni’ isolani della racchetta si sono dati battagli per la conquista dei titoli nelle categorie under 10, 12, 14 e 16. E il quartese Christian Pilia si è laureato il più forte tra gli under 14. Neanche il tempo di festeggiare, perché il giorno dopo c’era la prova orale dell’esame di licenza media, dove non poteva mancare e dove voleva ancora una volta brillare. E così è stato. Titolo conseguito e nuova fase della sua adolescenza pronta al via, proseguendo il suo percorso nel Liceo Scientifico cittadino ‘Brotzu’.
E proprio la tesina presentata all’esame, naturalmente insieme alla coppa conquistata nel fine settimana, sono stati i cimeli che ha voluto portare con sé all’incontro col sindaco Graziano Milia, avvenuto stamattina negli uffici istituzionali dell’ex convento dei cappuccini di via Brigata Sassari. Un po’ di emozione, ma anche tanto entusiasmo. D’altronde la timidezza ha imparato a metterla da parte sul campo da tennis. Il sindaco l’ha voluto omaggiare con una spilletta della bandiera sarda, con l’augurio di poterla portare con orgoglio nel proseguo del suo percorso sportivo anche fuori dai confini dell’Isola. “Tanti ragazzi quartesi in questi anni hanno dimostrato il loro talento e conquistato prestigiosi riconoscimenti, in alcuni casi anche a livello mondiale – ha commentato Milia -. Lo sport è un’ottima palestra di vita, è educazione, crescita, confronto. Ho voluto complimentarmi personalmente con Christian, perché a 14 anni ha già saputo intraprendere la strada giusta”.


In questo articolo: