Quartu, 20mila euro per sterilizzare cani e gatti: “Spazio anche ai mici delle colonie non riconosciute”

Il grosso piano del Comune per debellare la piaga del randagismo va avanti, sarà possibile intervenire anche sui cani che “guidano” gli ovili. E, molto presto, torneranno le giornate dedicate alla microchippatura


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ventimila euro per le sterilizzazioni di cani e gatti in città, con la possibilità di incrementare la cifra di altri 10 mila euro in caso di ulteriori richieste. È questo l’impegno del Comune di Quartu per la campagna di sterilizzazioni 2024, denominata “Progetto Quartu” e riguardante cani e gatti di proprietà, pastorali e colonie feline non riconosciute, che come negli anni precedenti sarà affidata all’associazione Effetto Palla Odv, promotrice dell’iniziativa. Coordinate in stretto raccordo con il Settore Ambiente e Vigilanza Ambientale del Comune di Quartu, le azioni di contenimento delle nascite e contrasto al randagismo, sono iniziate nel 2022 con un progetto sperimentale sui soli cani adulti, poi esteso l’anno successivo anche alle colonie feline. Fino ad oggi sono state sterilizzate 90 cagne e 82 gatte, queste ultime distribuite fra 64 colonie non censite e 18 di proprietà. Fra le novità di quest’anno vi è l’inclusione dei cani adulti maschi degli ovili all’interno della campagna di sterilizzazioni.  I requisiti economici per accedere alla sterilizzazione gratuita per le gatte e i cani di proprietà e/o pastorali resteranno quelli già previsti dalla normativa regionale. Per quanto riguarda le colonie non riconosciute, queste dovranno essere nel territorio di Quartu Sant’Elena e dovranno essere fornite tutte le informazioni per individuarne la collocazione e i numeri dei gatti che la compongono, maschi e femmine. Gli interventi chirurgici saranno effettuati in strutture territoriali già identificate e che abbiano partecipato alle campagne precedenti, che abbiano stilato un protocollo d’intesa tra la Odv titolare del progetto e i direttori sanitari delle strutture stesse.
Per l’annualità 2024 è stata inserita la collaborazione con un’ulteriore struttura veterinaria, in modo da assicurare la riuscita del progetto nei tempi previsti. Altro importante obiettivo del progetto è quello di avere una visione completa del numero dei gatti che fanno parte effettivamente delle colonie non riconosciute nel territorio di Quartu Sant’Elena e la loro collocazione,  la microchippatura e il monitoraggio dei cani, sia di proprietà che pastorali. Non sarà tralasciato l’aspetto relativo alla sensibilizzazione dei cittadini quartesi sull’importanza delle sterilizzazioni e della microchippatura, attraverso l’organizzazione di eventi e occasioni di crescita e di conoscenza in campo animale, con l’organizzazione di eventi quali, chip day, incontri aperti alla popolazione inerenti all’importanza della gestione riproduttiva degli animali liberi, di coinvolgimento di associazioni, volontari locali e proprietari, a cui consegnare anche un gadget inerente il tema animale, che aumenti così l’attenzione a l’interesse verso il progetto e le sue attività collaterali. La modulistica sarà resa disponibile nel sito del Comune di Quartu e nel portale http://www.effettopallaonlus.it.  La domanda dovrà essere presentata su apposito modulo, scaricabile in allegato, e potrà essere inviata, esclusivamente via mail, all’indirizzo [email protected] a partire dal 1° marzo 2024. Le attività saranno realizzate con la collaborazione dei veterinari del territorio e delle organizzazioni di volontariato locali.


In questo articolo: