Pula, vandali scatenati: “Hanno incendiato le canne per il ripascimento di Porto Columbu”

Incenerite e inutilizzabili, la mano di qualche vandalo colpisce il litorale “delicato” e curato, da tempo, dall’amministrazione comunale. La sindaca Medau: “Tutto vandalizzato, abbiamo speso 40mila euro per ricostruire la spiaggia. Sono indignata”

I vandali tornano a colpire sul litorale di Pula, nel tratto di spiaggia di Perd’e Sali, a Porto Columbu. Qualcuno, nella notte, ha dato alle fiamme il canneto posizionato per favorire la rinascita e il ripascimento della spiaggia. I danni sono ingenti, “avevamo destinato una prima tranche di 40mila euro per gli interventi di rinaturalizzazione, utili a far ricrescere anche la vegetazione”, spiega la sindaca, Carla Medau. “I tronchetti sono stati tutti bruciati, sono indignata per quello che è un assalto, ormai continuo, ai beni pubblici. Stiamo faticosamente cercando di ricostruire ciò che, nel tempo, ha subìto pesanti alterazioni per colpa della mano dell’uomo”.
E quel tratto di litorale, tanto pregiato quanto delicato, rientra in un più vasto programma di interventi, approvati già dalla Città Metropolitana. “Ora dovremo perdere più tempo e altri soldi per ricostruire il sistema retrodunale e fare attecchire le nuove piante”.


In questo articolo: