Pula, la svolta del depuratore: 4 milioni e addio inquinamento-VIDEO

Il sindaco Carla Medau anticipa a Cagliari Online una notizia attesa da tanti anni a Pula: finalmente entra in funzione il nuovo depuratore, obiettivo salute per il paese e la costa. Guardate il VIDEO

Finalmente Pula avrà il suo nuovo depuratore. A darne la notizia il Sindaco di Pula Carla Medau.  A confermarlo è Abbanoa, l’Ente che manderà in pensione il vecchio depuratore. Infatti l’Ente d’Ambito ha approvato la perizia necessaria a permettere il completamento dei lavori e di conseguenza rendere pienamente funzionante il nuovo collettore fognario che convoglierà i reflui nel nuovo impianto oltre la statale sulcitana 195, in località Squiddaxiu. Si tratta di un importante intervento che consentirà di risolvere i problemi legati alla scarsa efficienza del vecchio impianto a ridosso del centro abitato.

 Quest’ultimo sarà utilizzato soltanto come stazione di sollevamento. “E’ un opera strategica attesa e necessaria”, spiega Carla Medau, “perché la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente sono da sempre stati una priorità dell’Amministrazione comunale. Infrastrutture primarie e gestione dei servizi ad alti standard qualitativi sono alla base per una promozione del territorio a sostegno dell’economia. Esprimo stima e gratitudine al responsabile e ai dipendenti dell’ufficio Tecnico comunale che in questi anni si sono occupati di questo progetto complesso ed articolato e plaudo all’impegno della società Abbanoa partner fondamentale e qualificato per la realizzazione di un impianto cosi avanzato e funzionale”.

Pula, con la messa in opera del nuovo depuratore, fa un passo in avanti verso una gestione moderna e attenta ai bisogni dei cittadini. “L’auspicio”, prosegue il sindaco, “ė che presto si possano gettare le basi per prevedere un ampliamento dell’impianto che potrà servire anche le utenze della borgata di Santa Margherita e del suo litorale”. Abbanoa ha investito quasi quattro milioni di euro di finanziamenti Por destinati al ciclo integrato dell’acqua. Ad aggiudicarsi i lavori era stata l’associazione temporanea d’imprese costituita tra l’Impresa di Costruzioni Ing. Raffaello Pellegrini srl e Passavant impianti Spa. Sono due le principali esigenze alle quali farà fronte il nuovo impianto: Una maggiore elasticità, essenziale per affrontare efficientemente le fluttuazioni di portata e di carico legate alla variabilità della presenza turistica stagionale (estate) e settimanale (weekend) riscontrabili nel territorio da servire L’esigenza di ridurre l’impatto dell’opera dal punto di vista delle emissioni rumorose, con l’insonorizzazione dei macchinari più rumorosi, e odorigene mediante la cura delle fasi più invasive quali i pretrattamenti e la manipolazione dei materiali di risulta. Inoltre, il progetto di questo intervento è stato studiato per prevedere l’ampliamento dell’impianto appena si renderanno disponibili ulteriori finanziamenti. Il primo lotto in gara consentirà di trattare i reflui provenienti dal centro abitato, ma in futuro saranno convogliati anche quelli delle località del litorale. Il tracciato si estenderà fino a servire le strutture alberghiere e i camping di Cala d’Ostia, nonché la borgata di Santa Margherita. Lo schema completo arriva sino al km 42 della strada statale 195, al confine con il Comune di Domus de Maria.


In questo articolo: