Protesta autotrasportatori, Tocco: “Urge intervento del governo”

Il presidente del consiglio comunale di Cagliari: “Il rincaro dell’energia elettrica, del gasolio, di mangimi e concimi, aggravato da guerra e pandemia, sta mettendo in ginocchio anche il mondo delle campagne e i diversi territori della Sardegna. Vogliamo una politica che tuteli le produzioni isolane”.

“È necessario un intervento risolutivo del Governo sulla vertenza degli autotrasportatori e del mondo agropastorale isolano, ormai stremati dall’impennata dei costi che stanno travolgendo i settori produttivi”. Così il presidente del consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco, sulla protesta degli operatori economici, con i blocchi nello scalo portuale lungo la via Roma. Una situazione di disperazione che si allarga a tutti i comparti. “Il rincaro dell’energia elettrica, del gasolio, di mangimi e concimi, aggravato da guerra e pandemia, sta mettendo in ginocchio anche il mondo delle campagne e i diversi territori della Sardegna. Vogliamo una politica che tuteli le produzioni isolane. L’assemblea civica del capoluogo sostiene la protesta dei lavoratori – conclude il responsabile dell’aula di palazzo Bacaredda, auspicando un tavolo di concertazione con la filiera – nella speranza che l’esecutivo nazionale possa convocare le parti per mitigare i costi di carburante ed energia elettrica, evitando un ulteriore impennata dei prezzi delle materie prime”.