Pronti a svaligiare villette e incappucciati, due cugini di Siliqua incastrati dai carabinieri in elicottero

Passamontagna e borsone con smeriglio, cacciaviti e tronchesine. Un 42enne e un 47enne, entrambi pregiudicati, avvistati lunedì dal cielo dai militari nella zona di Marginarbu, a Sestu. Anche i residenti della zona si sono accorti dei due, fermandoli prima che potessero compiere qualche razzia: ecco perchè sono stati solo denunciati a piede libero

Avevano i passamontagna pronti e un borsone con dentro cacciaviti e tronchesine varie, più una smerigliatrice. Erano sicuramente pronti a compiere qualche furto nelle villette di Marginarbu a Sestu, due cugini di Siliqua, un 42enne e un 47enne. Ma il piano di F.B. e E.B. è fallito: i due sono stati avvistati lunedì mattina dai carabinieri, impegnati in un controllo del territorio a bordo di un elicottero e, in parallelo, sono stati notati dai residenti della zona, che li hanno bloccati. Uno di loro ha fatto girare nelle chat WhatsApp alcune foto e un vocal, dove racconta che i due si sarebbero giustificati dicendo che volevano solo raccogliere asparagi nei campi. Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri di Sestu, ritrovando il borsone pieno di arnesi da scasso nascosto tra la vegetazione, l’auto dei due, un’Alfa Romeo priva di copertura assicurativa, e anche un coltello lungo poco più di dieci centimetri.
I due cugini sono stati denunciati a piede libero per detenzione di arnesi da scasso e porto di coltello. Entrambi hanno precedenti e sono volti ben noti alle forze dell’ordine. È stato anche richiesto il foglio di via, per fare in modo che per i prossimi tre anni non tornino a Sestu: il documento sarà prodotto nei prossimi giorni.


In questo articolo: