Promogest battuta di misura dalla Lazio, in un finale di polemiche

Cagliaritani beffati dopo un match equilibrato

Sfuma il pareggio per la Promogest: la  Lazio vince tra le polemiche per 9 a 8.

Il primo quarto inizia subito all’insegna di quanto pronosticato: un forte equilibrio che vede il vantaggio della Promogest infrangersi per ben due volte fino al termine del tempo per 2 a 2 con Tullio e Steardo a rete per i Biancoverdi.

Il seconto tempo è caratterizzato da un gioco convulso, fatto di cambi repentini da una porta all’altra per entrambe le formazioni, ma è la Lazio questa volta ad andare in doppio vantaggio per 4 a 2, non senza recriminazioni da parte del portiere Volarevic per una presunta “palla sotto”. Ad un minuto dalla fine, accorcia le distanze Tomasic con un bel gol sotto porta, ma i quartesi non riescono a pareggiare.

Nel terzo tempo è nuovamente la Lazio a recuperare la palla dal centro vasca:  i minuti scorrono senza grandi emozioni con soluzioni dalla distanza sempre respinte dal giovane portiere laziale, fatta eccezione per la bella parata di Volarevic su una beduina di Leporale. Sarà nuovamente Tomasic, con una tripletta, a far riconquistare la parità per ben due volte, facendo finire il tempo con un meritato pareggio per 5 a 5.

L’ultimo tempo è tesissimo, Calcaterra  ripristina subito il vantaggio per gli avversari, che si ritrovano poco dopo con l’allenatore Formiconi ed il vice presidente espulsi per proteste dall’arbitro Bianchi.  Le squadre si distendono e la Promogest risponde sempre colpo su colpo alla Lazio, ma resta sempre sotto di una lunghezza fino al termine, quando con un bel goal di Astarita si riacciuffa il pareggio a pochi   ( segue.. )

CS: 07                                                                                                                                                        Pag.2/2

 

secondi dal termine.

Sembra finità ma è qui che accade l’impensabile, col nuovo vantaggio dei laziali palesemente a tempo scaduto: tiro a due secondi dal termine respinto da Volarevic e ribattuto a rete da Vittorioso entro il termine, dichiarerà  poi la giuria.

Il dubbio è forte perché il tabellone indicava il tempo scaduto  ma  il tavolo della giuria decreta la vittoria dei padroni di casa per bocca dell’arbitro Bianchi :“  E’ stato un problema tecnico perché il tabellone si è mangiato un secondo passando da 02” a 00” e non posso dubitare del tavolo di giuria, il goal era regolare”.

Il coatc, Marcello Pettinau è perentorio :“ L’hanno visto tutti, il tempo era scaduto, è meglio che non parli”.

Il tabellino:

SS LAZIO NUOTO-PROMOGEST 9-8

SS LAZIO NUOTO: Bisegna , Matovic Marko , Colosimo 1, Africano 1, Gianni 2, Di Rocco 1, Vitale , Vittorioso 1, Leporale 1, Calcaterra 2, Maddaluno , Mele , Correggia . All. Formiconi

PROMOGEST: Volarevic , Beltrame , Rinaldi , Steardo 1, Tullio 2, Simonetti , Pagliara , Sassanelli , Licata , Tomasic 4, Astarita 1, Russo , Morleo . All. Pettinau

Arbitri: Bianchi e Colombo

Note

Parziali: 2-2 2-1 1-2 4-3 Nel quarto tempo espulsi per proteste Formiconi (all. Lazio), Pesapane (vice presidente Lazio) e Africano (Lazio). Uscito per limite di falli Beltrame (Promogest) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lazio 2/12 e Promogest 3/5. Spettatori 400 circa

 


In questo articolo: