Primarie a Cagliari, Berlusconi dice no: “Uno strumento sbagliato”

Il leader nazionale di Forza Italia boccia l’ipotesi primarie per la scelta dei candidati sindaci: “Lo strumento popolare sarebbe manipolabile, si cerchino invece accordi tra partiti per la scelta dei leader”. Ora Fi a Cagliari farà dietrofront o andrà contro il diktat di Berlusconi?

Elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco del centro destra a Cagliari? Sarebbe la prima volta, ma ora arriva un secco no autorevole: quello di Silvio Berlusconi. Il leader nazionale di Forza Italia spiega: “Per la svelta dei candidati alle prossime elezioni comunali del 2016, dico no allo strumento delle primarie, le consultazioni popolari sarebbero infatti manipolabili. Si cerchino invece accordi tra le forze politiche sulla scelta dei leader. “Le elezioni primarie- ha aggiunto Berlusconi nella sua nota- non sono in grado di esprimere il migliore candidato tra quelli in gara”. Una vera e propria doccia fredda per il gruppo consiliare di Forza Italia a Cagliari guidato da Giuseppe Farris, che aveva organizzato diverse conferenze stampa per annunciare con certezza le primarie a Cagliari. E che ora potrebbe ancora farle, ma sconfessando il fondatore di Forza Italia. Cosa accadrà davvero nel centrodestra cagliaritano per le comunali a Cagliari?