Prevenzione Sanitaria nei Disturbi dello Spettro Autistico

Un seminario a Cagliari

Il giorno 6 Giugno presso l’Aula Verde della Cittadella dei Musei, a partire dalle ore 8:00, si terrà il seminario “Prevenzione Sanitaria nei Disturbi dello Spettro Autistico”, organizzato dal prof. Alessandro Zuddas, direttore della Clinica di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (NPIA) dell’Università di Cagliari e dall’Associazione Peter Pan, in collaborazione con la Fondazione Banco di Sardegna .

 

Le recenti evidenze di ricerca mostrano come i Disturbi dello Spettro Autistico, caratterizzati da deficit delle capacità della comunicazione della relazione sociale e da interessi ristretti e ripetitivi, sono causati dall’interazione di fattori genetici e ambientali che modulano lo sviluppo del sistema nervoso centrale.

 

Nei soggetti con disturbo dello spettro autistico, gli stessi fattori genetici e ambientali modulano anche la frequente comparsa, nelle diverse età della vita, di numerose patologie associate sia internistiche che neuropsichiatriche. Tali patologie associate peggiorano significativamente la qualità della vita a causa delle notevoli difficoltà diagnostiche e terapeutiche legate ai deficit di comunicazione di questi pazienti.

 

Recentemente la ricerca di nuovi specifici marcatori biologici (biomarkers) per il disturbi dello spettro autistico può permettere l’identificazione precoce (o la predisposizione) di tali patologie associate e la definizione di strategie di prevenzione ed intervento precoce.

 

Al seminario rivolto agli operatori sanitari (neuropsichiatri infantili, psichiatri, medici di medicina generale, pediatri di famiglia, psicologie e terapisti della riabilitazione, logopedisti ed educatori)  porteranno il loro contributo i medici e psicologi delle Cliniche di NPIA e di Pediatria dell’Università di Cagliari, dell’Associazione Peter pan e, nell’ambito di collaborazioni in corso con Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Cagliari (cui la Clinica di NPIA afferisce), il prof. Antonio Persico, direttore della Neuropsichiatra Infantile presso l’Università Campus Biomedico di Roma, responsabile dell’identificazione di nuovi biomarker per l’autismo nell’ambito del progetto europeo EU-AIMS.

 

 

 


In questo articolo: