Presi alla Giara i bracconieri spietati: cinghiale ko con una roncola

I tre denunciati sono di Tuili, Nurri e Sanluri: da tempo ammazzavano animali muovendosi con dei cani addestrati anche a non abbaiare. Presi mentre finivano un cinghiale a colpi di roncola

Bracconieri in trappola, scoperti mentre finivano un cinghiale a colpi di rincola. Bracconieri spietati, che si muovevano da tempo nella zona della Giara (quella nota per la presenza dei cavallini) con una muta di cani perfettamente addestrati persino a non abbaiare.  I denunciati sono tre uomini di Tuili, Nurri e Sanluri, di età compresa fra i 52 e i 56 anni. L’operazione è stata eseguita dal Corpo forestale. Oltre al reato di esercizio di caccia in zona protetta, è stato contestato quello di uccisione di animale con l’aggravante della crudeltà, che prevede la pena sino a due anni di reclusione. Il cinghiale è stato sequestrato insieme a tutta la selvaggina. 


In questo articolo: