Pranzo al ristorante in zona arancione in Sardegna, al tavolo politici e funzionari: indaga la Finanza

Il banchetto nel ristorante di uno stabilimento termale di Sardara, blitz dei finanzieri dopo la segnalazione di un cittadino: al tavolo una quarantina di persone, alcune illustri.

Un pranzo “vietato” nella Sardegna arancione, con circa quaranta persone intente a mangiare in un ristorante di Sardara annesso a uno stabilimento termale. La notizia è sull’Unione Sarda oggi in edicola, nello scoop a firma di Francesco Pinna. Tra chi era intento a banchettare, qualche giorno fa, ci sarebbero stati politici e funzionari regionali e anche di altri enti, oltre a dei politici locali. Un cittadino ha segnalato tutto alla Finanza, che è subito intervenuta: diciotto persone identificate, qualcuno sarebbe riuscito ad allontanarsi in tempo. Ai militari, tanti hanno fornito una autocertificazione, spiegando di essere lì per motivi di lavoro. Le indagini vanno avanti, la struttura è stata multata con 300 euro.


In questo articolo: