Povertà in Sardegna, un dramma sociale: se ne parla oggi a Cagliari

L’iniziativa è promossa dalle associazioni UniCa 2.0 e UDU Cagliari, si terrà questo pomeriggio a partire dalle 16, nella facoltà di Scienze Economiche, giuridiche e politiche, nell’ex aula magna di scienze politiche in viale Sant’Ignazio 78

In Sardegna il tema della povertà assume le dimensioni di un dramma sociale: sono sempre più diffuse le difficoltà per accedere ai beni primari ma anche per vedersi garantita una buona qualità della vita. Un fenomeno con ampie ricadute anche sul mondo giovanile e studentesco, che si manifestano nella fuga dalle zone interne dell’isola e nel ritorno del fenomeno emigratorio. Di questo attualissimo tema si dibatterà questo pomeriggio, alle 16, durante l’evento promosso dalle associazioni UniCa 2.0 e UDU Cagliari presso l’Aula Magna di Via Sant’Ignazio 78 della facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche.

“Intendiamo promuovere il confronto tra gli attori del mondo dell’associazionismo e delle istituzioni che più hanno competenza e capacità di incidere sulla questione alla luce delle novità legislative e della conoscenza diretta dei bisogni delle fasce più deboli e marginalizzate della società” spiegano gli organizzatori.

Dopo i saluti del presidente della facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche Stefano Usai, prenderanno parte al dibattito Gian Piero Farru – Presidente CSV Sardegna Solidale: il Centro servizi per il volontariato Sardegna Solidale offre il proprio supporto e funge da rete alle numerosissime associazioni di volontariato e di promozione sociale presenti nel territorio. Annualmente pubblica il report sulla povertà in Sardegna, che non solo illustra la situazione da un punto di vista quantitativo ma fa anche emergere il giudizio dei diretti interessati degli strumenti di lotta alla povertà messi a disposizione dalla istituzioni.

Matteo Lecis Cocco Ortu – Sardarch: laboratorio di ricerca che studia fenomeni di trasformazione urbana e territoriale e propone strategie di intervento nella specificità del territorio della Sardegna. Il team di ricerca ha recentemente pubblicato SPOP – Istantanea sullo spopolamento in Sardegna, una pubblicazione che esplora alcune risposte che la società sta offrendo in modo più o meno esplicito al fenomeno dello spopolamento analizzando la connessione che questo ha con il fenomeno della povertà e quali risposte i territori stanno provando a dare nel campo della cultura diffusa, dell’economia locale di prossimità e del rapporto con le migrazioni.

Giovanni Sulis – CRENOS: in che stato di salute si trova l’economia isolana e quale trend mostra negli ultimi anni anche rispetto al contesto geografico di riferimento. Vedremo alcuni aspetti del mercato del lavoro in Sardegna, viste le trasformazioni subito negli ultimi decenni, la crisi strutturale, l’importanza del capitale umano, per capire quanto questi fattori incidono sulla povertà in Sardegna.

Luca Pizzuto – consigliere regionale, vice presidente del gruppo consiliare ART. 1 – SINISTRA PER LA DEMOCRAZIA E IL PROGRESSO, promotore del REIS, reddito di inclusione sociale o Aggiudu Torrau.

Rinaldo Brau: coordinatore del corso di studi di Economia e Finanza, interverrà sul tema del REIS, analizzando i pro e i contro di questo sistema, a partire dagli studi effettuati per valutare quale impatto hanno gli aiuti economici rispetto all’obiettivo di contrasto alla povertà.

A moderare il dibattito  Roberto Vacca. L’iniziativa fa parte del ciclo di conferenze SARDIGNAFEST, realizzate con il contributo dell’ERSU Cagliari, che proseguirà la settimana prossima con i dibattiti su cultura e identità e su lingua sarda, di cui vi daremo comunicazione.