Poveri dimenticati a Cagliari, la foto del clochard divide il web

Scontro online sulla foto diffusa dalla cagliaritana Anna Masala, un barbone che dorme all’addiaccio in pieno centro: “Questa è la città di Zedda”. La replica: “Anche con Delogu e Floris esistevano le stesse situazioni”.

Via Dante a Cagliari. Questa è la città di Zedda: accoglie gli immigrati irregolari, quanto dimentica i nostri poveri”. Polemica feroce sul web per la foto diffusa da Anna Masala, che ritrae il clochard che dorme la notte sotto il market di via Dante. Si tratta di un altro clochard dopo quello morto alcuni mesi fa. Ma sul web in molti difendono il sindaco, a cominciare da Margherita Corte: “Ci sono sempre stati i poveri a Cagliari, avete già dimenticato quelli morti di freddo e di fame, con i sindaci, Delogu, e Floris?”. Anche Martina Piredda speza una lancia a favore del Comune: “Ma dai, esistono le Caritas …adesso che c’entra Zedda?”. Di parere opposto Massimo Cocco: “Vergognoso! Il sindaco deve andare a casa!”: E Marco Mainas aggiunge: “si fanno collette e raccolte varie per i migranti, trovandogli pure l’alloggio, quando abbiamo in casa situazioni come queste illustrate nella foto che accettiamo quotidianamente!”. 


In questo articolo: