Porto Pino, l’incredibile sbarco dei migranti algerini di domenica davanti a centinaia di bagnanti (VIDEO)

Decine di bagnanti si sono riversati dalla spiaggia al luogo esatto dove è avvenuto lo sbarco. In pochissimi minuti, i migranti, sembrerebbero tutti uomini, sono scesi e si sono dileguati. Guardate il VIDEO di Valeria Putzolu

Sono stati già intercettati dalle forze dell’ordine i circa 20 algerini che poco dopo le 18 sono sbarcati a Porto Pino. Sono stati fermati in uno dei parcheggi della località turistica in attesa di essere trasferiti come la prassi richiede. Sono arrivati con una piccola imbarcazione, diretti al porticciolo. Decine di bagnanti si sono riversati dalla spiaggia al luogo esatto dove è avvenuto lo sbarco. In pochissimi minuti, i migranti, sembrerebbero tutti uomini, sono scesi e si sono dileguati. Sicuramente sorpresi che ad attenderli c’erano decine di persone, i loro volti erano provati ma visibilmente felici per essere arrivati in Italia. Le forze dell’ordine sono state immediatamente avvisate e hanno bloccato i migranti. Incredulità e sgomento per chi li ha visti arrivare, sebbene non sia un evento che capita di rado.

Intanto arrivano anche le prime reazioni politiche, dopo la notizia pubblicata in anteprima su Casteddu Online. Il deputato di Fai Salvatore Deidda: “Quello per cui abbiamo avvisato accaduto e nemmeno al tempo del Covid il Governo ha pensato di controllare e bloccare gli sbarchi degli algerini” così  il capogruppo di Fdi in commissione Difesa Salvatore Deidda che mercoledì giovedì scorso, nell’Aula della Camera dei Deputati, ha chiesto l’informativa urgente del Ministro degli Interni sulla situazione sbarchi

” Da anni chiedo interventi e nonostante le rassicurazioni dei vari Governi niente e nessuno ha impedito gli sbarchi di algerini, questa volta in mezzo a centinaia di bagnanti” denuncia Deidda ” Cosa deve accadere? Più volte Conte e Di Maio si sono recati in Algeria e nonostante promettesero zero sbarchi ecco i risultati”, conclude Deidda
 ” In attesa in Aula del confronto con il Ministro dell’Interno, rilanciamo la nostra proposta di navi militari per controllare il nostro mare, on pieno accordo con l’Algeria. Tra il covid, criminalità e terrorismo non è più tempo di annunci”.

In questo articolo: