Poetto, residenti contro i nomadi: “A Cagliari ormai tutto è permesso”

La protesta dei residenti del Poetto: “Cucinano e stendono in strada, hanno occupato tutti i parcheggi: il sindaco pensa alle Olimpiadi e i sardi dormono”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Nomadi al Poetto, che occupano ancora gli spazi all’aperto nei pressi del Cavalluccio Marino. Una situazione che va avanti da mesi, senza alcuna soluzione all’orizzonte. Diversi lettori continuano però a segnalarla alla nostra redazione: “I nomadi sono autorizzati a fare campeggio coi loro camper- attaccano i residenti del Poetto- cucinano lavano e stendono la roba. Oltre a fare i bisogni nel nuovo giardino appena rifatto. Nessuno si lamenta, la polizia non si fa vedere e il sindaco pensa alle olimpiadi. E i sardi? Dormono. Hanno occupato tutti i parcheggi. Cucinano nel giardino dove c’è il laghetto e stendono la roba, inoltre c’è una puzza di escrementi e urina perché probabilmente scaricano i liquami dei camper li. È zona off limits ormai”. 


In questo articolo: