Picchiata dal marito va in ospedale, quando torna la aggredisce ancora

Una giovane madre di Olbia picchiata davanti alla figlioletta inerme, è andata all’ospedale per farsi medicare dalle brutali percosse del marito-orco, ma al suo rientro l’uomo ha continuato a inveire contro di lei colpendola per l’ennesima volta. Solo la seconda volta è stato arrestato

Nella serata di ieri, personale del Commissariato. di Olbia ha tratto in arresto un 35enne di origini polacche, per maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori.

A seguito di segnalazione  giunta al 113, una volante è intervenuta in una via della periferia cittadina per una lite in famiglia.

Giunti sul posto, gli operatori hanno preso contatti con una donna che, in evidente stato di agitazione ha raccontato di essere stata picchiata dal marito davanti alla figlioletta. L’appartamento della coppia era stato messo a soqquadro e l’autore del fatto era appena scappato a bordo di una bicicletta.

I poliziotti, hanno calmato la giovane e la bambina, suggerendo alla donna di recarsi presso il locale ospedale per farsi medicare.

Un’ora dopo, al rientro a casa dal nosocomio, la giovane ha trovato ad attenderla il marito che, in evidente stato di ebbrezza alcolica ha iniziato ad inveire contro di lei cercando di colpirla per l’ennesima volta.

La donna, terrorizzata, si è rinchiusa in macchina e ha chiamato nuovamente la polizia che, immediatamente intervenuta, ha fermato il predetto.

 Il 35enne è stato condotto presso il Commissariato P.S. in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del procedimento di convalida  previsto per la mattinata odierna.

 


In questo articolo: