Piazza Garibaldi, allarme rifiuti e degrado: l’ira dei commercianti

Confesercenti: “Il sindaco faccia pulire la piazza”

Bottiglie, lattine, cartacce e rifiuti di tutti i tipi tra le panchine di piazza Garibaldi, off limits da quasi cinque mesi. Uno spazio abbandonato tra degrado e problemi di sicurezza che dovrebbero essere risolti con i lavori di riqualificazione previsti per la fine dell’estate. Fino ad allora non è previsto nessun intervento, perché la piazza, dopo la caduta di un anziano lo scorso febbraio, per ragioni di sicurezza non è accessibile. Almeno apparentemente, visto che qualche coraggioso scavalca quotidianamente le transenne e staziona all’interno dell’area ai piedi della scuola Riva.

“Una situazione di degrado totale – denuncia Paolo Angius, commerciante di via Garibaldi e componente di Confesercenti  – Questa piazza è una vetrina per i negozi del centro e per tutta la città. Capisco averla transennata per motivi di sicurezza, ma alcune parti potrebbero essere aperte e rese fruibili. Ma soprattutto la piazza va pulita, non può essere lasciata in queste condizioni indecorose”.