Piazza delle Aquile, Sorgia: “Lavori fermi, tutto ancora in alto mare”

Lo denuncia il consigliere comunale del Gruppo Misto, Alessandro Sorgia: “Dopo  i grandi annunci sulla stampa, lavori fermi da mesi, mentre vandali e degrado rovinano quel poco che è stato fatto”

Nuova Piazza delle Aquile, a Pirri: tutto ancora fermo, qual è lo stato attuale dei lavori, la bretella di strada da realizzare e lo stato di avanzamento del cantiere del secondo lotto? Lo chiede il consigliere comunale, Alessandro Sorgia (Gruppo Misto) con un’interrogazione rivolta all’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Chessa: “Durante le festività natalizie – scrive Sorgia – veniva ufficialmente inaugurata la nuova piazza delle Aquile a Pirri, con le dichiarazioni alla stampa sul secondo lotto dei lavori, che sarebbe dovuto iniziare a tra febbraio e marzo, con affermazioni sul grande parco giochi per i bimbi da 0 ai 3 anni e per quelli un po’ più grandi”, aree verdi e spazi pedonali. Più i posti auto”. Quattro i mesi di lavoro che serviranno per portare a termine i lavori “salvo imprevisti”. Ci sarà un chiosco e un bagno pubblico”, aggiunge Chessa, “poi fiori, colori e arredi urbani”. 

LO STATO ATTUALE. “A distanza di almeno sei mesi – osserva l’esponente della minoranza – le immagini fotografiche denotano evidenti segni di incuria, pannelli di vetro rotti, sterpaglie e rifiuti ai margini della piazza che possono essere oggetto di incendio specialmente nelle recenti giornate di caldo e piante nelle aiuole completamente secche, ancora parte della vernice rossa nei muri si sta scrostando a causa di atti di vandalismo e utilizzo di biciclette e skateboard, manca un sistema di video sorveglianza che possa vigilare su qualsiasi attività svolta nella piazza, mentre – conclude Alessandro Sorgia – ancora nulla in merito alla realizzazione della bretella di strada che dovrebbe collegare via Giulio II in direzione Via Tamburino Sardo, strada ad oggi sterrata e dissestata”.