Pesca di frodo a Cabras, sequestrati e dati in beneficenza 70 kg di muggini e spigole

Auto a fari spenti sulla provinciale: dentro bagnarole coi pesci ancora guizzanti. Multa da 2 mila euro per 2 persone. Portate via anche le reti (900 metri). La merce consegnata agli istituti religiosi della zona

Nella serata di ieri, intorno alle ore 21.15 una pattuglia della polizia, mentre transitava sulla SP 7, nel Comune di Cabras, nelle vicinanze della borgata di San Salvatore, ha controllato un’auto che, nonostante l’ora notturna, procedeva a fari spenti. All’interno del mezzo c’erano due uomini che non offrivano giustificazioni circa il fatto che andassero a fari spenti.

Gli agenti hanno capito tutto dopo le verifiche: all’interno dell’auto c’erano alcune bagnarole al cui interno erano riposti numerosi pesci ancora vivi (muggini e spigole) che guizzavano. Con tutta evidenza, si trattava di pescato (di media/grande pezzatura) di dubbia provenienza; la guida a fari spenti aveva l’evidente funzionalità di sfuggire a eventuali controlli delle forze dell’ordine. Gli agenti hanno chiamato la locale Capitaneria di Porto e hanno posi sequestrato circa 70 kg di pesci (muggini, e spigole), contestando una sanzione di 2 mila euro. Sequestrate anche le reti di 900 mt. utilizzate evidentemente per prelevare il pescato.

Oggi, personale veterinario dell’Asl di Oristano ha accertato l’idoneità del pescato al consumo e ultimate le incombenze di rito veniva è stato dato in beneficienza a Istituti religiosi della zona, avvalendosi per la conservazione e la consegna della generosa collaborazione del Nuovo consorzio cooperative Pontis di Cabras.


In questo articolo: