Pesante taglio boschivo sui Sette Fratelli a Sinnai, il Grig: “Chi lo ha autorizzato?”

“Numerosi gli alberi tagliati, non si sa in base a quali autorizzazioni e per quali ragioni. Nessun cartello portante motivazioni ed estremi degli atti autorizzativi”.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) ha inviato una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti in merito a un ampio taglio boschivo di alberi ad alto fusto nella località Monte Cresia, sul massiccio dei Sette Fratelli, in Comune di Sinnai.

“Numerosi gli alberi tagliati, non si sa in base a quali autorizzazioni e per quali ragioni.

Nessun cartello portante motivazioni ed estremi degli atti autorizzativi.

Coinvolti i Ministeri della Transizione Ecologica e della Cultura, la Regione autonoma della Sardegna, i Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, il Comune di Sinnai, informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

L’area è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), rientra nel sito di importanza comunitaria (S.I.C.) “Monte dei Sette Frateli e Sarrabus” e nella zona di protezione speciale (Z.P.S.) “Monte dei Sette Fratelli”, rispettivamente ai sensi della direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, la fauna e la flora e della direttiva n. 09/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica.

Un pesante taglio boschivo nel bel mezzo dell’area boschiva dei Sette Fratelli, una delle più ampie foreste del Mediterraneo.

E’ assolutamente il caso di vederci chiaro, nella massima trasparenza”.


In questo articolo: