“Paura sul volo Torino-Cagliari: dirottati su Venezia per un problema tecnico”

“Abbiamo avuto paura, sul volo Torino-Cagliari: eravamo quasi arrivati sul cielo della Sardegna, quando ci è stato detto che per motivi tecnici l’aereo sarebbe atterrato a Venezia”. Pino Argiolas, voce storica dei trapiantati cagliaritani, racconta così l’odissea di ieri sera sul volo di Volotea. “Tra i più impauriti una bimba di 7 anni”

“Abbiamo avuto paura, sul volo Torino-Cagliari: eravamo quasi arrivati sul cielo della Sardegna, quando ci è stato detto che per motivi tecnici l’aereo sarebbe atterrato a Venezia”. Pino Argiolas, voce storica dei trapiantati cagliaritani, racconta così l’odissea di ieri sera sul volo di Volotea. “La notizia del dirottamento per motivi tecnici non ci ha fatto piacere- spiega il presidente dell’associazione Prometeo-  alcuni erano veramente impauriti, soprattutto una bimba vicino a me di 7 -8 anni. Ma siamo stati bravi anche grazie alle hostess a stare tranquilli. Abbiamo subito sdrammatizzato parlando della partita che ci perdevamo( il Cagliari) per non parlare di cose serie. Abbiamo fatto i “signori””anche se un po’ abbiamo abbiamo avuto paura. Con Whatsapp son partiti centinaia di messaggi appena abbiamo messo piede a Venezia che è la base operativa di Volotea”.

Secondo il racconto dei passeggeri dunque il volo che doveva atterrare a Cagliari partito da Torino alle 16,35 non ha potuto atterrare su Cagliari ma ha virato poi su Venezia, dove c’è la base tecnica di Volotea. “Alla fine siamo arrivati a Cagliari su un altro aereo, con tre ore e 40 minuti di ritardo”, spiega Argiolas. Che però alla fine sdrammatizza: “Noi siamo uomini fortunati: abbiamo superato un trapianto, non ci impressiona un disguido del genere”. Nella foto, Pino Argiolas nel volo di ieri di Volotea.


In questo articolo: