Pastori sardi alla guerra del latte, anche i veterinari in campo: “La salute degli animali non ha valore di mercato”

Ma i veterinari di tutta la Sardegna sono in prima linea con i pastori sardi nella loro battaglia: “Condividiamo i motivi della protesta degli allevatori per la giusta remunerazione delle proprie produzioni”

Noi Medici Veterinari della Sardegna, consapevoli del ruolo dei pastori sardi non solo come primo anello della filiera del latte e delle carni ma anche nella salvaguardia di beni pubblici imprescindibili e che non hanno un valore di mercato quali la tutela dell’ambiente, la salute degli animali, la sicurezza e la qualità degli alimenti, condividiamo i motivi della protesta degli allevatori per la giusta remunerazione delle proprie produzioni.

Auspichiamo che possa iniziare, nel più breve tempo possibile, una concertazione tra tutti gli autori della filiera coinvolti perché vengano messe in atto azioni finalizzate alla sana ripresa di un comparto che sta alla base della realtà produttiva e sociale della nostra Regione, con il fine ultimo che a ciascuno venga riconosciuto il valore, materiale ed immateriale, del proprio lavoro. Sempre nel pieno rispetto delle regole civili e di corretta convivenza, per questo motivo allo stesso tempo condanniamo ogni forma di manifestazione violenta che possa creare tensioni tra lavoratori dell’intero comparto.

Ordini dei Medici Veterinari delle province di

Cagliari

Nuoro

Oristano

Sassari



In questo articolo: