Mandas, Pasqua senza il Trenino Verde: bloccato dalla burocrazia

Il calendario del servizio ferroviario turistico dell’Arst dovrebbe essere definito nelle prossime settimane, dopo il collaudo di alcuni ponti e l’adeguamento a norme nazionali sulla sicurezza

Chi pensava di trascorrere la classica gita fuori porta di Pasqua e Pasquetta sul Trenino Verde rimarrà molto deluso: il leggendario mezzo di locomozione di cui narra anche lo scrittore britannico David H. Lawrence, non inaugurerà le sue corse per il 2018 neppure nel fine settimana pasquale.

La conferma arriva dal sito web ufficiale Treninoverde.com, sul quale campeggia l’avviso “Il calendario 2018 è in fase di definizione”, e anche dal sindaco di Mandas, Marco Pisano: “Ci saranno degli incontri tra la settimana prossima e quella successiva per definire la questione, ma di fatto il Trenino al momento resta fermo”.

A bloccare la partenza del servizio turistico ferroviario dell’Arst, proprio nell’anno in cui ricorre il 125mo anniversario dell’inaugurazione della prima tratta, vi sarebbero questioni burocratiche riguardanti il mancato collaudo di alcuni ponti sul percorso e norme nazionali sulla sicurezza che in teoria avrebbero dovuto agevolare il funzionamento del servizio ma di fatto, al momento, lo stanno penalizzando.

“Il Trenino è un attrattore turistico iconico fondamentale per il nostro territorio, e dunque c’è preoccupazione perché questa situazione di stallo sta creando enormi problemi agli operatori del settore”, spiega il sindaco di Mandas. “Del resto, se vogliamo lavorare sulla destagionalizzazione, lo sviluppo turistico sull’entroterra è determinante – aggiunge Pisano – e pertanto ci auguriamo che i prossimi incontri con i vertici Arst siano risolutivi per un ripristino del servizio al più presto possibile”.


In questo articolo: