Pasqua solidale a Monserrato, pranzo completo per 500 famiglie bisognose

Il sindaco Locci: “Abbiamo disposto grazie alla collaborazione delle associazioni, la Protezione civile anche quest’anno il pranzo di Pasqua: consegneremo dai 450 ai 500 pasti per le persone più deboli, i positivi, che sono circa 20, e tutte quelle famiglie che già sono seguite dalle politiche sociali”

Monserrato – Si rinnova la vicinanza del comune verso i nuclei familiari più fragili e le persone che il giorno di Pasqua lo trascorreranno da soli con il pranzo solidale, un importante gesto per permettere di trascorrere la giornata di festa in serenità. L’iniziativa, già proposta l’anno scorso sia per Pasqua che per Natale, consentirà a circa 500 famiglie di ricevere un pasto completo, dall’antipasto al dolce.
“Abbiamo disposto grazie alla collaborazione delle associazioni, la Protezione civile anche quest’anno il pranzo di Pasqua: consegneremo dai 450 ai 500 pasti per le persone più deboli, i positivi, che sono circa 20, e tutte quelle famiglie che già sono seguite dalle politiche sociali ed entrano in un elenco che noi abbiamo da, ormai, un anno. Saremo anche in zona rossa, cerchiamo di stargli vicino e di rendere la giornata un po’ più lieta. Sarà un menù pasquale e speriamo che quest’anno sia una Pasqua un po’ più felice per le persone che non stanno bene”.
Per la i giorni di zona rossa, dal 3 al 5 aprile, il primo cittadino Locci ha firmato un’ordinanza che
dispone la chiusura dei parchi, comprese le aree destinate allo sgambamento dei cani e delle aree destinate al gioco dei bambini. La chiusura al pubblico del cimitero comunale, fatta eccezione per le operazioni di tumulazione.
 Per quanto non previsto nella presente ordinanza si applicano le disposizioni vigenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 previste dal DPCM 2 marzo 2021. In città i contagi sono decisamente contenuti ma è presente la variante inglese, per questo motivo il sindaco, in via precauzionale, ha deciso di adottare queste restriziomi.


In questo articolo: