Parte dalla Sardegna e scompare nel nulla, cadavere di un 34enne riconosciuto dopo vent’anni

Zlatko Brajko era sparito nel 1998, l’ultimo messaggio spedito alla famiglia proprio dall’Isola: è morto in mare cercando di raggiungere l’Africa in barca a vela per motivi umanitari. Ecco l’incredibile e triste storia

Un giallo lungo venti anni e risolto grazie al “lampo di genio” di un commissario in pensione. Zlatko Brajko, croato di 34 anni, ecco di chi è il corpo pescato in mare al largo di Capraia nel 1998. L’uomo era scomparso dalla Sardegna, dopo aver mandato dei messaggi alla sua famiglia molto chiari: con la sua barca a vela voleva raggiungere l’Africa per motivi umanitari. Da quel momento, Brajko era scomparso nel nulla.

 

La tragica verità arriva grazie all’impegno di Ilario Sartori della Polmare di Livorno. Non si era mai arreso all’idea di non poter dare un nome a quel cadavere e, facendo delle ricerche sul web, è riuscito a trovare la “soluzione”: su un sito c’era proprio l’appello legato alla scomparsa del croato 34enne e, comparando alcuni dettagli – e svolgendo tutte le analisi comparate del caso – è arrivata la conferma dell’identità.



In questo articolo: