Paradura speciale per l’allevatore di San Gavino Monreale: “Tante balle di fieno per sfamare le mie pecore”

Il terreno di Salvatore Piras distrutto da un incendio, scatta la gara di solidarietà: “I pastori di Scano Montiferro mi hanno regalato tanto foraggio, appena l’ho ricevuto mi sono commosso”.

Le sue mille pecore potranno mangiare e lui potrà tornare a produrre quel latte così prezioso per riuscire a sfamare la sua famiglia. Salvatore Piras, l’allevatore di San Gavino Monreale messo in ginocchio da un incendio, che due sabati fa aveva distrutto tutto il suo terreno, è passato dalle lacrime della disperazione a quelle della gioia. Ieri ha ricevuto centotrenta ballette di fieno, ognuna pesa 40 chili: “Me le hanno donate dei pastori di Scano Montiferro, Francesco Betzu e Franco Melas. Hanno mandato un camion carico di foraggio, ci siamo solo sentiti telefonicamente ma, appena ho ricevuto il fieno, mi sono commosso”, racconta l’uomo. Una paradura speciale e toccante, partita da una zona dove, l’anno scorso, proprio il fuoco aveva portato morte e distruzione.
“Ero andato, nell’estate del 2021, proprio a Scano Montiferro, per dare una mano e aiutare i pastori della zona”. Che, a distanza di dodici mesi, si sono ricordati del suoi aiuto e hanno deciso di rendergli il favore, regalandogli il fieno, indispensabile per sfamare le sue mille pecore.


In questo articolo: