Paolo Massenti, la grande sfida dell’Everesting: in bicicletta sulla cima più alta del mondo

Originario di Sanluri, militare della Brigata Sassari di professione e ciclista per passione Paolo Massenti è anche un atleta  di fama internazionale che compete con il tricolore cucito nel petto. Non è la prima volta che compie questa sfida

Una sfida contro se stessi, contro le proprie capacità è quella che si appresta a compiere Paolo Massenti con la prova dell’Everesting, una scalata in bicicletta che simula il percorso della cima più alta del mondo, cioè quella del dell’Everest. 8848 metri di ascesa, senza fermarsi quasi mai se non per la necessità di mangiare e bere. Originario di Sanluri, militare della Brigata Sassari di professione e ciclista per passione Paolo Massenti è anche un atleta  di fama internazionale che compete con il tricolore cucito nel petto. Non è la prima volta che compie questa sfida: un anno fa esatto festeggiava i successi ottenuti all’Aquila e in Francia per la prestigiosa Parigi – Brest – Parigi.
Domani però sarà diverso, perché per più di 400 volte percorrerà la salita adiacente al Castello Medievale di Sanluri. “Ho deciso di ringraziare i sanluresi per il supporto ricevuto in tutti questi anni portando a casa un po’ ciclismo estremo. Percorrerò un segmento cortissimo ed insidioso su strada ciottolata e con una rampa al 15% di pendenza da metà segmento di salita fino alla fine della stessa. Saranno infinite e ripetute  emozioni  perché cercherò di compiere questa magica scalata sui pedali nel mio paese natale, sulle strade che da bambino mi hanno visto inforcare la bici per la prima volta, una salita che è sempre stata un banco di prova”.
La partenza è prevista per domani pomeriggio alle ore 15 dalla porta del Castello verso il Convento dei Cappuccini. “Rimarrò tutta la notte a pedalare, il traguardo è previsto nella giornata di lunedì”.


In questo articolo: