Giù i palazzoni: Area cerca case per trasferire gli abitanti di Sant’Elia

L’ente regionale cerca “abitazioni di transito” per sistemare gli abitanti in attesa della demolizione e ricostruzione degli edifici. Si guarda anche a Elmas, Monserrato, Quartu, Quartucciu e Selargius. Ma alcuni residenti preferirebbero una sistemazione nel rione

Area cerca le case di transito. Serviranno per trasferire gli abitanti del quartiere durante nal demolizione e ricostruzione degli alloggi, ormai fatiscenti e irrecuperabili, del rione. L’ente regionale sta cercando alloggi  non solo a Cagliari, ma anche a Elmas, Monserrato, Quartu, Quartucciu  e Selargius (http://www.area.sardegna.it/index.php?xsl=2399&s=355876&v=2&c=13247&tb=13175).

Serviranno per le “abitazioni di transito”, ovvero alloggi temporanei dove spostare gli interessati per il periodo corrispondente al completamento dei lavori di ristrutturazione. Perché a Sant’Elia è risultato molto più conveniente demolire completamente l’immobile e ricostruirlo, dunque per gli inquilini è assolutamente necessaria una alternativa temporanea.

Le abitazioni di transito saranno individuate da Area all’interno dell’area metropolitana. Una parte saranno di sua proprietà, ma da ristrutturare perché attualmente prive dei requisiti di agibilità; altre saranno acquistate nel libero mercato attraverso procedure di evidenza pubblica.

L’ipotesi però non convince alcuni residenti del rione che preferirebbero una soluzione che consenta la realizzazione di residenze temporanee nel quartiere.


In questo articolo: