“Otto ore al giorno e 1200 euro per fare il cameriere a Cagliari, presto avrò la cittadinanza italiana”

Imanol Fernandez, 23 anni, è uno dei giovani argentini che hanno accettato il contratto a tempo determinato per lavorare come cameriere: “Va tutto bene, non è troppo faticoso ma perchè non siamo ancora in estate”. E non è sorpreso dalle rinunce fatte dai suoi colleghi, mancati, sardi: “Ho bisogno di lavorare”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Con la lingua italiana deve sicuramente fare ancora esperienza, ma ci sta, essendo arrivato a Cagliari da otto mesi. Per servire ai tavoli, prendere le ordinazioni e seguire un’intera sala di uno dei ristoranti della Marina, invece, l’esame finale l’ha già superato. Meno di un mese fa, infatti, Imanol Fernandez, 23enne di Buenos Aires, argentino doc, “ma un mio bisnonno era italiano”, è stato assunto: “Contratto a tempo determinato, faccio circa otto ore al giorno per cinque giorni alla settimana e prendo 1200 euro”. Non è stato la primissima scelta di un ristoratore di via Barcellona, il giovane. Tre giovani sardi, infatti, hanno sostenuto il colloquio ma poi, al momento di passare ai fatti, sono scomparsi. È stato proprio uno dei due gestori del ristorante, Agostino Sassone, a raccontarlo a Casteddu Online. “Per il momento sta andando tutto bene, sono a Cagliari perchè sto ottenendo la cittadinanza italiana”. La pratica è ancora in corso, Imanol incrocia le dita. In città non ha parenti, “tanti amici, però, sì, ci sono un sacco di argentini”. E nelle ore libere, il giovane cameriere, preferisce trascorrere il tempo soprattutto insieme ai suoi connazionali.
“C’è molto lavoro il sabato e la domenica, è normale”, prosegue. E non si mostra molto sorpreso nell’aver saputo che quel posto, oggi suo, poteva essere occupato da un giovane sardo, in un’Isola dove la fame di lavoro, per restare sul tema della ristorazione, è tantissima: ” Ho bisogno di lavorare”, taglia corto, nel suo italiano non ancora da cinque stelle. “So che il lavoro aumenterà con l’arrivo dell’estate, per quanto mi riguarda spero di restare a Cagliari”.


In questo articolo: