Otto marzo a Cagliari, manifestante “dona” assorbente a Pigliaru: “Centri antiviolenza senza fondi”

Fuori programma per il presidente della Regione, una signora lo avvicina durante il corteo di “Non una di meno” e gli fa un dono decisamente particolare. “Ci hanno tagliato i fondi del centro antiviolenza”. Pigliaru: “Già stanziate cifre importanti”. GUARDATE il VIDEO

Nell’8 marzo cagliaritano c’è spazio anche per un “dono” decisamente curioso, fatto da una manifestante di Nuoro al presidente della Regione, Francesco Pigliaru, presente per qualche minuto al corteo rosa. La signora – presidente dell’associazione Onda Rosa di Nuoro – gli ha consegnato un assorbente colorato di rosso, con su scritta una frase: “Immaginate se gli uomini fossero disgustati dallo stupro come dal ciclo”. Una frase dura, che vuole essere l’ennesimo sos legato ai femminicidi. “Presidente, la nostra associazione ha già anticipato centomila euro, chiediamo di incontrarla, insieme all’assessore Arru e al presidente Ganau. Sono molto combattiva”.
Pigliaru stringe cordialmente la mano della signora promettendo un impegno e, in esclusiva a Cagliari Online, spiega che le azioni messe in campo dalla Regione ci sono già: “Facciamo quello che serve per favorire lo sviluppo della cultura contro la violenza sulle donne. Purtroppo gli episodi negativi non sono diminuiti, ci sono già fondi importanti, siamo pronti a fare tutto ciò che è necessario. I femminicidi devono finire, se serve un ulteriore sforzo noi siamo a disposizione”.


In questo articolo: