Ortopedia a Carbonia e Iglesias, ecco la soluzione temporanea: “Presidi operativi”

“Una soluzione temporanea, un compromesso che consentirà di mantenere ortopedia operativa nei presidi di Carbonia e Iglesias, senza interruzioni”. Lo dichiara l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, in merito alla decisione di Ats di coprire la carenza di specialisti ortopedici del Sirai con personale sanitario del Cto, in seguito al trasferimento di due medici

“Una soluzione temporanea, un compromesso che consentirà di mantenere ortopedia operativa nei presidi di Carbonia e Iglesias, senza interruzioni”. Lo dichiara l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, in merito alla decisione di Ats di coprire la carenza di specialisti ortopedici del Sirai con personale sanitario del Cto, in seguito al trasferimento di due medici.

“Il territorio – precisa l’esponente della Giunta Solinas – paga ancora una volta decisioni prese dalla precedente gestione di Ats, a cui si aggiungono i problemi relativi alla cronica carenza di specialisti nell’Isola. Siamo già al lavoro con la struttura commissariale per una soluzione e siamo fiduciosi che ciò possa avvenire in tempi rapidi”.

Inevitabile la contrazione degli orari per mantenere operativi i servizi nei due presidi. “Ringrazio – conclude Nieddu – il personale medico in servizio. La copertura dei turni nei due ospedali rappresenta sicuramente un sacrificio per i medici e un disagio per i cittadini, ma dimostra che si sta agendo con responsabilità. Non esiste un disegno, né una volontà politica rivolta a privare il Sulcis-Iglesiente dei servizi. Al contrario, stiamo lavorando per porre rimedio agli squilibri di una gestione che ha guardato solo ai conti, trascurando completamente i bisogni del territorio”.


In questo articolo: