Orrore in Sardegna, 6 cuccioli di cane chiusi in un sacco salvati all’ultimo dai carabinieri

I piccoli, tutti pastori maremmani appena nati, sarebbero sicuramente morti. A trovarli, in una cunetta, due carabinieri: i cuccioli, salvi, sono stati sfamati e portati a un’associazione che tutela gli animali

Un gesto orribile e che, purtroppo, conferma quanto l’uomo, a volte, possa essere crudele e senza cuore. Sei cuccioli di pastore maremmano, tutti appena nati, sono stati chiusi dentro un sacco di juta bianco e gettati in una cunetta nelle campagne di Mamoiada, nella zona vicino al santuario di San Cosimo. Gli animali, infreddoliti, sono stati fortunatamente notati da due carabinieri della stazione cittadina: a insospettire i militari proprio il sacco: i cagnolini dentro, si stavano dimenando e sono riusciti ad attirare l’attenzione dei carabinieri. Dopo averli asciugati, i militari li hanno nutriti e, poi, sono andati personalmente a consegnare i sei cuccioli ad un’associazione per la tutela degli animali. I Carabinieri di Nuoro richiamano l’attenzione dei cittadini sulla pratica incivile, purtroppo molto consueta di abbandonare i cuccioli indesiderati di animali di compagnia, in campagna dove sono destinati a morire di freddo o fame che costituisce un reato punito con l’arresto fino a un anno.


In questo articolo: